Il Territorio

L’Isola di Capraia è la terza per grandezza dell’Arcipelago Toscano, situata a NW dell’Elba, a 16 miglia appena dalla Corsica ed a 36 miglia da Livorno. Isola "selvaggia" per definizione, è il risultato di una doppia eruzione vulcanica: una antichissima, risalente a circa 9 milioni di anni fa ed una più recente, datata "appena" un milione d'anni or sono.
Coste scoscese a picco sul mare, rocce dai colori intensi e contrasti cromatici impressionanti ne sono la testimonianza visibile. I disegni delle coste, affascinante spettacolo di scultura dovuta alla lava, al mare ed all'erosione del vento, fanno da cornice ad una orografia incredibile per una isola così piccola: l'interno di Capraia è infatti contrassegnato da strette valli su cui si affacciano veri e propri "monti" in miniatura, con le loro creste ed i loro anfratti, bordeggiati da vadi che durante l'inverno si riempiono d'acqua piovana scorrendo a valle sino in mare con piccole cascate e laghetti effimeri.
La vegetazione dominante è la macchia mediterranea, che cosparge Capraia di profumi intensi. L’Isola è oggi al centro del "santuario dei cetacei", fulcro e perla del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e immersa nell’area marina protetta più grande d’Europa. Il territorio è intonso, totalmente coperto di macchia mediterranea e con un unico centro abitato. L’Isola è Comune , il comune di Capraia Isola, e rientra nell’ambito della provincia di Livorno.

L'Evoluzione Geologica di Capraia

L'Isola di Capraia è il frutto di due distinte eruzioni vulcaniche. La prima, risalente a circa 10 milioni di anni fa fu quella che dette all'isola la forma odierna. Il cono eruttivo si trovava circa a est dell'isola, a metà tra Capraia e Corsica e Capraia non è altro che un frammento del bordo del cono che doveva essere molto ampio. La seconda eruzione, molto più recente ( circa 1 milione di anni fa ) ebbe invece il cono eruttivo localizzato a Punta dello Zenobito.
L'odierno "panettone" di basalti sul quale si erge la torre altro non è che un intrusione di lava dell'interno del cono stesso che poi è franato lasciandola allo scoperto. Le stratificazioni laviche si possono ancora leggere molto bene sia osservando la caratteristica forma " a cingolo" dei rilievi, sia seguendo la costa dell'isola: in questo secondo caso non sarà difficile neppure ad occhi inesperti seguire gli strati sovrapposti delle varie eruzioni portati a nudo dall'erosione del mare.

Capraia è, insomma, un piccolo paradiso geologico sul quale sono stati effettuati più studi ed a più riprese proprio a causa della facilità con la quale eventi di un passato molto remoto possono ancora oggi essere letti con estrema semplicità.

Carta con i nomi dei luoghi

 

 

Residence La Vela

Via Genova, 46 - 57032
Isola di Capraia - Livorno

+39 0586 905098

+39 345 9748188

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi Siamo

Palazzo Renzi, dimora storica dell'Isola di Capraia, fino dal 1980 offre ospitalità nei suoi appartamenti.
Le soluzioni abitative, tutte con gli stessi standard ma con struttura e disposizione diversa l'uno dall'altro, ne fanno il luogo ideale per una vacanza unica e indimenticabile.